Home Interviste Marika Costabile: «Io come Bridget Jones nel film Tonno Spiaggiato» dal 10...

Marika Costabile: «Io come Bridget Jones nel film Tonno Spiaggiato» dal 10 maggio al cinema

177

«Se una ragazza che ami ti ha lasciato e non riesci a riconquistarla in alcun modo ma lei, dopo tanto tempo, ti riabbraccia durante il funerale di sua nonna e poi si scusa e ti rimolla, cosa puoi fare per ottenere un altro abbraccio? Facile. Le uccidi un altro parente e ti ripresenti al funerale».


Da questo spunto demenziale, racconta Matteo Martinez – regista alla sua opera prima -, nasce Tonno Spiaggiato, la commedia irriverente con Frank Matano dal 10 maggio al cinema. Francesco (Frank Matano) è un comico, ma non fa ridere nessuno se non Francesca. La scintilla, inevitabilmente, scocca e i due vivono un amore strampalato che dura 15 settimane. Fino al giorno in cui, quasi per sbaglio, Francesco fa un commento ironico sulla sua ragazza in sovrappeso. Il pubblico si sganascia, lui continua, raggiunge il successo ma perde lei. Per riconquistarla si inventerà di tutto, compreso uccidere la zia per poterla riabbracciare!

Di Frank Matano conosciamo tutto, o quasi, ma Francesca? Chi è la ragazza che fa perdere la testa al “Tonno spiaggiato?”. Ve la presentiamo noi, lei è Marika Costabile, la giovane torrese molto Bridget Jones, arrivata al grande schermo dopo aver interpretato Chanel ne “I bastardi di Pizzofalcone”.

Foto di Piergiorgio Pirrone

Tonno spiaggiato è la nuova commedia di Frank Matano che ti vede protagonista, cosa ti va di rivelarci?

«Tonno spiaggiato è una commedia divertente ma anche romantica. Ti fa sorridere, ridere e riflettere, racconta della vita e proprio come la vita ha mille sfumature. Questo film cerca di far capire come, nel modo giusto, si possa poter ridere di tutto..o quasi».

Come ti sei preparata ad interpretare il tuo personaggio?

«Per me è stata una doppia prova attoriale perché, per la prima volta, ho interpretato un ruolo da coprotagonista in un film al cinema, ma anche personale perché per interpretare Francesca, oltre ad essere stata imbottita sotto gli abiti di scena sono dovuta ingrassare quasi 10 chili. Inizialmente non è stata una cosa facile da gestire ma quando poi sono riuscita a scindere Francesca da Marika tutto è andato nella giusta direzione. Ho cercato, nel mio piccolo, di seguire l’esempio dei grandi del cinema come Robert De Niro, Charlize Theron, Renèe Zellweger, dedicando anch’io anima e corpo al mio personaggio».

Sei nel cast della fiction I bastardi di Pizzofalcone, che personaggio interpreti?

«Sono l’esuberante e colorata Chanel, una adolescente napoletana amante della musica neomelodica. Interpretare questo personaggio mi mette allegria. non si può non amare Chanel o forse sì se sei Lojacono (alessandro gassman), che continuamente disturbo e sveglio con la musica a tutto volume».

Cinema o fiction? Cosa preferisci e vedi nel tuo futuro?

«Non ho mai fatto questo tipo di distinzione, l’importante per me è emozionarmi ed emozionare che sia sul piccolo o sul grande schermo, non fa differenza».

Che sogni hai nel cassetto?

«Il mio sogno nel cassetto è ormai da 19 anni sempre lo stesso, da quando a 6 anni ho iniziato a frequentare il primo corso di recitazione. Alla classica domanda “cosa vuoi fare da grande?” Io ho sempre risposto “l’attrice”. Sono solo agli inizi e sono consapevole che la strada è lunga e in salita, ma questo non mi demoralizza, anzi, mi sprona a fare sempre meglio, a dare sempre il meglio».